PVC-P: Polivinilcloruro (con plastificante)

Proprietà generali

Nome breve:

Nome:

PVC-P

Polivinilcloruro (con plastificante)


Il PVC-P o PVC morbido si riferisce al PVC con molecole di plastificante incorporate tra le catene polimeriche, con un contenuto di plastificante compreso tra il 20 e il 50%. La lettera P sta per plastificato. La tenacità e la flessibilità del PVC-P variano a seconda del tipo di plastificante. La migrazione del plastificante dal PVC-P dopo l'invecchiamento può causare l'appannamento o l'infragilimento del polimero. Per questo motivo, nelle applicazioni moderne si utilizzano sempre più spesso plastificanti polimerici che mostrano una leggera tendenza alla migrazione. Durante la lavorazione, è importante non superare la temperatura di Reazione di decomposizioneUna reazione di decomposizione è una reazione termicamente indotta di un composto chimico che forma prodotti solidi e/o gassosi. decomposizione del materiale per evitare la formazione di HCl.

Formula strutturale


Proprietà

Temperatura di transizione del vetroLa transizione vetrosa è una delle proprietà più importanti dei materiali amorfi e semicristallini, come i vetri inorganici, i metalli amorfi, i polimeri, i prodotti farmaceutici e gli ingredienti alimentari, ecc. e descrive la regione di temperatura in cui le proprietà meccaniche dei materiali cambiano da dure e fragili a più morbide, deformabili o gommose.Temperatura di transizione del vetro-da 50 a 80°C
Temperatura diTemperature di fusione ed entalpieL'entalpia di fusione di una sostanza, nota anche come calore latente, è una misura dell'apporto di energia, tipicamente calore, necessario per convertire una sostanza dallo stato solido a quello liquido. Il punto di fusione di una sostanza è la temperatura alla quale essa cambia stato da solido (cristallino) a liquido (fusione isotropa). fusione-
Entalpia diTemperature di fusione ed entalpieL'entalpia di fusione di una sostanza, nota anche come calore latente, è una misura dell'apporto di energia, tipicamente calore, necessario per convertire una sostanza dallo stato solido a quello liquido. Il punto di fusione di una sostanza è la temperatura alla quale essa cambia stato da solido (cristallino) a liquido (fusione isotropa). fusione-
Temperatura di Reazione di decomposizioneUna reazione di decomposizione è una reazione termicamente indotta di un composto chimico che forma prodotti solidi e/o gassosi. decomposizioneda 290 a 315 / da 460 a 475°C
Modulo di Youngda 25 a 1600 MPa
Coefficiente di espansione termica lineareda 60 a 120 *10-6/K
Capacità termica specifica0.da 8 a 0,9 J/(g*K)
Conducibilità termica0.da 13 a 0,200.14 a 0,18 W/(m*K)
Densità1.da 16 a 1,35 g/cm³
MorfologiaTermoplastico amorfo
Proprietà generaliBuona resistenza chimica, buon isolamento elettrico, basso assorbimento di umidità
LavorazioneEstrusione (tubi, cavi), calandratura
ApplicazioniIndustria edilizia, giocattoli, industria del mobile, elettrotecnica, imballaggio, agricoltura

NETZSCH Misurazione

StrumentoDSC 204 F1 Phoenix®
Massa del campione12.36 mg
Fasi isotermiche5 minuti
Velocità di riscaldamento/collegamento10 K/min
CrogioloAl, coperchio forato
AtmosferaN2 (40 ml/min)

Valutazione

A causa dell'additivo plastificante, la temperatura di transizione vetrosaTg era a -41°C nelprimo riscaldamento (blu) e a -39°C nelsecondo riscaldamento (rosso). La valutazione dell'altezza dei gradini (ΔCapacità termica specifica (cp)La capacità termica è una grandezza fisica specifica del materiale, determinata dalla quantità di calore fornita al campione, divisa per l'aumento di temperatura risultante. La capacità termica specifica è correlata all'unità di massa del campione.cp) ha dato un valore di circa 0,26 J/(g-K) in entrambi i riscaldamenti. Con l'aiuto del riscaldamento (blu), è possibile determinare il grado di gelificazione del PVC*. A tal fine è necessario calcolare le aree dei due picchi, ossiaHa tra T1 e la temperatura di processo T2 (che rappresenta la quantità già gelificata) e Hb tra T2 e T3 (che rappresenta la quantità non ancora gelificata). Il grado di gelificazione (G) in % si calcola dal rapporto traHa e l'entalpia totale (Ha + Hb) moltiplicato per 100. Nel caso in esame, questa valutazione porta a un risultato dell'85,1%. Poiché la temperatura finale delprimo riscaldamento era di 200°C, nelsecondo riscaldamento era visibile solo un picco (rosso), poiché l'intero PVC era già gelificato.

* H. Potente, S.M. Schultheiß, Bestimmung des Geliergrades von PVC mit der DSC, Kunststoffe 77, 1987, pagg. 401 - 404