PFA: Perfluoroalcossi

Proprietà generali

Nome breve:

Nome:

PFA

Perfluoroalcossi


I polimeri perfluoroalcossi (in breve PFA) sono materie plastiche interamente fluorurate con una struttura altamente molecolare. A differenza del PTFE, il PFA presenta catene laterali di gruppi alcossi perfluorurati.

Formula strutturale


Proprietà

Temperatura di transizione del vetroLa transizione vetrosa è una delle proprietà più importanti dei materiali amorfi e semicristallini, come i vetri inorganici, i metalli amorfi, i polimeri, i prodotti farmaceutici e gli ingredienti alimentari, ecc. e descrive la regione di temperatura in cui le proprietà meccaniche dei materiali cambiano da dure e fragili a più morbide, deformabili o gommose.Temperatura di transizione del vetro-
Temperatura diTemperature di fusione ed entalpieL'entalpia di fusione di una sostanza, nota anche come calore latente, è una misura dell'apporto di energia, tipicamente calore, necessario per convertire una sostanza dallo stato solido a quello liquido. Il punto di fusione di una sostanza è la temperatura alla quale essa cambia stato da solido (cristallino) a liquido (fusione isotropa). fusioneda 285 a 305°C
Entalpia diTemperature di fusione ed entalpieL'entalpia di fusione di una sostanza, nota anche come calore latente, è una misura dell'apporto di energia, tipicamente calore, necessario per convertire una sostanza dallo stato solido a quello liquido. Il punto di fusione di una sostanza è la temperatura alla quale essa cambia stato da solido (cristallino) a liquido (fusione isotropa). fusione20-30 J/g
Temperatura di Reazione di decomposizioneUna reazione di decomposizione è una reazione termicamente indotta di un composto chimico che forma prodotti solidi e/o gassosi. decomposizioneda 353 a 550°C
Modulo di Young800 MPa
Coefficiente di espansione termica lineare120 *10-6/K
Capacità termica specifica-
Conducibilità termica-
Densità2.da 14 a 2,16 g/cm³
MorfologiaPolimero semicristallino
Proprietà generaliBasso valore di attrito. Elevata resistenza chimica. Adesione estremamente bassa. Non infiammabilità
LavorazioneEstrusione, stampaggio a iniezione
ApplicazioniTubi e raccordi. Costruzione di impianti chimici (rivestimento anticorrosione). Rivestimento antiaderente, protezione dalla corrosione

NETZSCH Misurazione

StrumentoDSC 204 F1 Phoenix®
Massa del campione16.07 mg
Fase isotermica5 minuti
Velocità di riscaldamento/collegamento10 K/min
CrogioloAl, coperchio forato
AtmosferaN2 (40 ml/min)

Valutazione

Sebbene il PFA appartenga ai materiali semicristallini, nel presente esempio solo la transizione diTemperature di fusione ed entalpieL'entalpia di fusione di una sostanza, nota anche come calore latente, è una misura dell'apporto di energia, tipicamente calore, necessario per convertire una sostanza dallo stato solido a quello liquido. Il punto di fusione di una sostanza è la temperatura alla quale essa cambia stato da solido (cristallino) a liquido (fusione isotropa). fusione è evidente nella curva DSC con temperature di picco di 289°C ( riscaldamento, blu) e 290°C ( riscaldamento, rosso). L'assenza di un segnale di transizione vetrosa indica che la variazione del calore specifico ΔCapacità termica specifica (cp)La capacità termica è una grandezza fisica specifica del materiale, determinata dalla quantità di calore fornita al campione, divisa per l'aumento di temperatura risultante. La capacità termica specifica è correlata all'unità di massa del campione.cp associata alla transizione dallo stato duro e fragile a quello flessibile è troppo small per essere rilevata dal DSC.