13.04.2022 by Aileen Sammler, Dr. Sascha Peter

60 anni di NETZSCH-Gerätebau GmbH: la termobilancia NETZSCH

La termogravimetria poteva sempre essere utilizzata in modo universale e quindi non escludeva alcun materiale. Oltre alle applicazioni ad alta temperatura, NETZSCH ha voluto intervenire anche in altri settori, tra cui la chimica organica, la farmacia, la tecnologia medica, la biotecnologia, l'industria alimentare e, non ultima, l'importantissima industria delle materie plastiche. Così è nata la termobilancia a bassa temperatura.

Il mese di aprile è dedicato alla termogravimetria, in breve TGA:

La termobilancia - Universalmente applicabile a molti materiali

La termogravimetria poteva sempre essere utilizzata in modo universale e quindi non escludeva alcun materiale. NETZSCH - Alla fine degli anni '80, il settore della termogravimetria, che si basava su applicazioni ad alta temperatura come la ceramica, il vetro e i metalli, dovette rendersi conto della rapida crescita economica di altri settori, tra cui la chimica organica, la farmacia, la tecnologia medica, la biotecnologia, l'industria alimentare e, non ultima, l'importantissima industria delle materie plastiche. Per soddisfare tutte queste applicazioni, era necessario disporre rapidamente di una smalltermobilancia più veloce e, come diciamo noi di "NETZSCH ", a bassa temperatura.

Alcuni approfondimenti sulla nomenclatura dello strumento NETZSCH

Alla fine degli anni '80, NETZSCH si era adattato al fatto che - in considerazione dell'invasiva tecnologia delle materie plastiche, delle tecnologie medico-farmaceutiche e delle possibilità di applicazione nell'industria alimentare e dei mangimi; in breve, il "mondo dei prodotti organici" - dovevamo spostarci nei campi di temperatura più bassi per mantenere la "posizione di leader" nell'analisi termica, ma anche per crescere.

Per questo motivo, già nel 1987 è stato introdotto il primo "strumento termoanalitico non 400", il DSC 200, come strumento di analisi per le materie plastiche. Nacque così la "serie di strumenti a bassa temperatura", come venne chiamata da allora in poi nei cicli di NETZSCH. E, come presto si scoprì, questa presunta "serie 200 a bassa temperatura" si espanse fino a un intervallo di temperatura di ben 1000°C! ?

Immagine: Pubblicità degli anni '80: La serie 200 a bassa temperatura di NETZSCH, composta da TG 209, DSC 200 e DMA 242

Così, nel 1989, nacque il primo NETZSCH TG 209/2/C; nella sua nomenclatura, l'"ultima cifra", 9, è sempre stata (e lo è tuttora) riservata alle termobilance. Il "2" rappresenta l'intervallo di temperatura che era definito fino a 1200°C, ed era scalzato dall'"1" solo per i sistemi a forno raffreddabile. I numeri 3, 6, 7, e persino 8 per uno strumento, sono stati assegnati alle temperature da 1500°C fino a 3000°C.

Torniamo alla nuova bilancia e alla storia unica di successo della TG 209, che ha conquistato il mondo e il cuore dei clienti come nessun'altra bilancia. Le caratteristiche decisamente vantaggiose di questa small, veloce termobilancia, hanno prevalso e si sono dimostrate utili e di successo per tutti i 30 anni fino ad oggi.

Foto: Uno dei primi strumenti TG 209 con coperchio flip-top e TASC 414/2

Oggi: Termo-microbilancia a tenuta di vuoto per le esigenze più elevate

Dopo i modelli Iris®, Tarsus®eNevio®, è soprattutto il TG 209 F1 Libra® con il suo forno ceramico veloce a 1100°C, che gode oggi di una popolarità duratura. Questo perché NETZSCH ha sviluppato il TG 209F1 Libra®sulla base di oltre 60 anni di esperienza nella termogravimetria. Con questo strumento, le analisi possono essere effettuate in modo ancora più rapido, preciso e in un intervallo di temperatura più ampio.

Foto: TG 209 F1 Libra® con ASC

I vantaggi in sintesi:

  • Sistema di pesata con caricamento dall'alto (effetto camino, protezione della bilancia)
  • Microbilancia ad alta risoluzione (0,1 µg), termostatata e risciacquata con gas di lavaggio
  • Forno ceramico rapido raffreddato ad acqua in tubo protettivo di Al2O3
  • Vuoto a prova di bomba (con AutoVac) e triplo MFC per lo spurgo e lo scambio di gas
  • Può essere perfettamente accoppiato a tutti gli analizzatori di gas immaginabili: Soluzioni per accoppiamenti QMS, GCMS e FT-IR direttamente da NETZSCH attraverso un'unica fonte con soluzioni software e di controllo comuni
Figura: Supporto per TGA pluggable in Al2O3 con "stella Mercedes", supporto e schermo antiradiazioni
Foto: Automatic Sample Changer (ASC) per 192 campioni (distribuiti su 2 vassoi) + 12 posizioni di campionamento calibratico

A proposito: Anche i figli dei nostri colleghi cinesi si sono impegnati con il TG 209 F1 Libra® e hanno creato un'illustrazione che abbiamo inserito nel calendario di quest'anno per il mese di ottobre:

È possibile scaricare il calendario 2022 qui.

Per ulteriori informazioni sulla termogravimetria, visitate il nostro sito web.

Leggete la prossima settimana come il dipartimento di materiali polimerici dell'università di Bayreuth utilizza NETZSCH TG 209 F1 Libra® insieme al software NETZSCH Kinetics Neo per prevedere il comportamento di invecchiamento delle materie plastiche.